Eventi & Commenti
Attualità
Responsabile Rubrica
“Comunicare la Fede”: un impegno di tutti
13/03/2011

Dall’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, Settore Comunicazioni Sociali, il messaggio dell’Arcivescovo Mons. Pichierri per la Quaresima e una sua intervista immaginaria a Gesù.

 

Quelli che seguono sono i testi integrali di due documenti di S.E. Mons. Giovan Battista Pichierri relativi alla Quaresima 2011:

 

Messaggio alla Comunità diocesana dal titolo “Missione diocesana 2011. Un cammino continua e impegna!”;

Intervista immaginaria a Gesù su alcuni aspetti della condizione dell’uomo contemporaneo dal titolo “Ascolta Gesù!”.

 

 

Missione Diocesana 2011: un cammino che continua e impegna!

 

Messaggio dell’Arcivescovo alla Comunità diocesana

 

         Carissimi fratelli e sorelle,

siamo ormai tutti impegnati, sacerdoti, diaconi, vita consacrata e fedeli laici, nell’esperienza di pastorale missionaria che rende necessaria una paziente e coraggiosa revisione di tutto il tessuto pastorale delle nostre comunità dal punto di vista missionario. Ciò sta significando una vera conversione pastorale.

         Dopo il mandato missionario nello scorso Avvento, si stanno moltiplicando nella maggior parte delle comunità parrocchiali, iniziative e programmi di evangelizzazione e annuncio: centri di ascolto, catechesi al popolo, visita e benedizione delle famiglie, incontri con categorie di persone, maggior contatto e coinvolgimento delle famiglie dei ragazzi della iniziazione cristiana, liturgie di piazza o di quartiere, scambi culturali nel territorio, annuncio attraverso i mass media, ecc

         In una prima verifica compiuta con il “Gruppo di coordinamento diocesano” ho gioito con i componenti, e gioisco con voi, nell’aver inteso che il vento della Pentecoste aleggia in ogni parrocchia, sia ad intra che ad extra.

         All’inizio della Quaresima, ispirandomi al messaggio del Santo Padre Benedetto XVI: “Con Cristo siete sepolti nel Battesimo, con lui siete anche risorti” (cfr. Col 2,12), vi esorto vivamente a coltivare la missione ad intra vivendo la liturgia quaresimale intensamente attraverso le cinque tappe che scandiscono

l’itinerario in preparazione al Battesimo, e la Settimana santa con il Triduo pasquale e lo stesso tempo pasquale che ci aprono alla testimonianza del Risorto.

         Viviamo con rinnovato entusiasmo il nostro essere Chiesa del Risorto che lasciandosi rigenerare dalla forza dello Spirito Santo, si presenta al mondo contemporaneo con uno slancio missionario in grado di promuovere una nuova evangelizzazione.

         Consiglio di valorizzare questi momenti o iniziative, per poter rendere più efficace l’azione pastorale missionaria:

la richiesta dei sacramenti (per sé o per i figli) è una preziosa occasione per annunciare Cristo. Di solito le persone, in queste occasioni, sono più disponibili a riscoprire il messaggio cristiano, che non in altri momenti;

i centri di ascolto dove si possono coinvolgere persone che in parrocchia non vengono facilmente;

Le solennità liturgiche e le espressioni della religiosità popolare: i tridui, le novene, i pellegrinaggi ai santuari, possono diventare preziose occasioni di evangelizzazione.

Le iniziative caritative, sociali e culturali costituiscono delle occasioni preziose per riproporre il nucleo fondamentale del messaggio cristiano.

I mass media possono educare gli adulti a una lettura critica dei problemi e possono provocare interrogativi che aprono alla dimensione religiosa della vita. Inoltre possono presentare il messaggio cristiano nella sua valenza storico-culturale.

La presenza nel tessuto sociale, culturale, politico della propria città.

         Vi incontrerò nelle catechesi quaresimali programmate su due temi: “La Famiglia e i Giovani: una vocazione che va realizzandosi e una vocazione da discernere” e “Eucaristia, forza di una vera comunità educante”. L’intento che mi ha spinto a rivolgermi in particolare alle Famiglie e ai Giovani è di richiamare l’identità e la missione della famiglia cristiana che, come ha detto il Concilio Vaticano II è “chiesa domestica” (LG 11). Il soggetto della pastorale missionaria è la Chiesa diocesana attraverso le parrocchie, a partire sempre dalle famiglie.

         Vi auguro una buona preparazione alla Pasqua 2011 e nel nome della Santa Trinità, per la mediazione materna di Maria Santissima, vi benedico con affetto paterno.

 

         Trani, 9 marzo 2011

         Mercoledì delle Ceneri

 

 

+ Giovan Battista Pichierri

 

Arcivescovo

  

 

Ascolta Gesù!

Intervista immaginaria a Gesù su alcuni aspetti della condizione dell’uomo contemporaneo

 

Carissimo/a,

se il dubbio ti pervade, all’inizio della Quaresima, rivolgiti a Gesù, ponendogli la domanda: “dove sei Gesù?”. Il cammino degli uomini diventa sempre più impervio. Non c’è serenità né pace in tanti cuori. Prevalgono i dissidi e le lacerazioni. In tante famiglie si è spento il focolare domestico. Nella società si levano scudi e armi per combattersi e uccidere. La ragione umana non cerca la verità sull’uomo lasciandosi lusingare da visioni parziali della vita che portano all’individualismo e al relativismo. O Gesù, ti sei presentato nella nostra storia come “Via, Verità e Vita”, dimmi dove sei?

“Io sono” - dice Gesù - in ogni uomo e donna, perché ho sposato ogni situazione umana, tutto ho preso in me di quello che è in te, donandoti, da Dio tuo salvatore, la liberazione e la gloria. Sono in Adamo ed Eva, spogliati di Dio, del regno e del gaudio eterno, a causa del peccato: in ogni peccatore. Sono in Caino divenuto assassino del fratello: in ogni omicida. Sono nel dissoluto che ha sperperato ogni ricchezza di virtù e salute: in ogni drogato, alcolizzato, vizioso. Sono in colui che incappa nei ladroni, depredato e abbandonato: in ogni innocente manipolato. Sono in chi ha perso la dignità umana, ha lacerato la veste tessuta dal Creatore indossando una tunica lacera, quella tessuta dal serpente col suo consiglio riempiendolo di vergogna.

 

Gesù, cosa rispondi a quanti dicono trovandosi nella sventura o costatando tante situazioni apocalittiche: “ma dov’è Dio?”.

 

“Io sono” in quelli che soffrono. Non vi ho detto: tutto quello che fate al più piccolo dei fratelli, lo avete fatto a me sia in bene che in male? In Elisa, in Sara, nelle gemelline e così via, ero “Io” in loro; ho sofferto “Io” con loro, e non le ho abbandonate: esse sono con me!

 

E sei, Gesù, anche con quanti muoiono a causa di terremoti, alluvioni, guerre, incidenti stradali?

Sì: “Io sono” sempre in tutti e in ciascuno, ogni sventura umana l’ho fatta mia. E quanti non si staccano da me, sono con me nella gloria del Padre mio e vostro. Tu mi vedi lungo la via dolorosa (Via Crucis) e sulla croce, crocifisso per amore verso tutti. Perché dubiti della mia presenza in te, in ogni uomo e donna sparsi sulla terra? La mia passione per ciascuno non è cessata. È sempre viva e vivificante sino alla conservazione del tempo. Quando giungerai alla Pasqua eterna possederai tutto il mio amore. Ora, finché vivrai sulla terra, accettami in te e nel prossimo, seguimi nella via dolorosa ed invocami: “Crocifisso per tutti, hai offerto il tuo corpo e il tuo sangue, o Verbo; il corpo per riplasmarmi, il sangue per lavarmi; e hai emesso lo spirito, per portarmi, o Cristo, al tuo genitore. Hai operato la salvezza in mezzo alla terra. Per tuo volere sei stato inchiodato sull’albero della croce; e l’Eden, che era stato chiuso, si è aperto” (S. Andrea di Creta). Nella Quaresima ti invito ad accogliermi nella tua vita e nella vita degli altri. Fa’ del tuo lamento la mia preghiera al Padre invocando per tutti la sua misericordia, e lasciati condurre da me che sono il pastore e la guida che conduce alla Pasqua eterna.

 

Grazie, Gesù, perché mi hai illuminato. Con la forza del tuo Spirito voglio vivere questa quaresima impegnandomi ad ascoltare la tua Parola, a nutrirmi del tuo Corpo e Sangue, ad amarti in ogni fratello e  sorella che incontrerò quotidianamente condividendo gioie e dolori, fatiche e speranze. Mi eserciterò nel digiuno, nella carità, nella preghiera. Senza separarmi da te.

 

Trani, 9 marzo 2011                      X Giovan Battista Pichierri

 

DI’ LA TUA, SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO
Per rilasciare un commento occorre essere registrati al portale. Se non sei registrato Clicca qui
martedì 18 febbraio 2020
ews Bruses la Mongolfiera Andria Wellnwss
06 03 14 Caseificio Maldera Corato Executive Center
Compro /Vendo  Cultura Globale
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie OK